1° Gennaio 2011

Tradizionale giro di auguri di Capodanno alle autorità cittadine: Presidente della Provincia, Prefetto, Sindaco, Archivescovo, e Coomandante della Polizia Locale. Altro »

Santa Cecilia - Novembre 1990

Santa Cecilia - Novembre 1990 Altro »

Santa Cecilia - Novembre 1986

Santa Cecilia - Novembre 1986 Altro »

 

La Banda

logobanda_t.jpgIl Corpo Musicale di Crescenzago è un Complesso bandistico Milanese. Ultracentenario, la sua storia inizia intorno all’anno 1894 quando Crescenzago era un piccolo Comune agreste alle porte di Milano, famoso per l’Abbazia di Santa Maria Rossa, contornato di campi coltivati, case rurali, cascine, lavatoi e ville lungo il naviglio Martesana. E proprio lì, in piazza Costantino, sorge l’ex Palazzo Municipale del paese, già sede dei vilgili urbani nel 1955; oggi in parte sede dello storico Corpo Musicale. La banda era conosciutissima già prima della seconda guerra mondiale, come del resto lo erano le altre 20 Bande di Milano: Lambrate, Precotto, Gorla, Loreto, Bovisa ecc. Ogni quartiere ne aveva una e lo spirito di comunanza affratellava tutti gli abitanti dei quartieri, al suono melodioso delle sinfonie classiche. Dopo la seconda guerra mondiale, attormo agli anni cinquanta-sessanta, la banda ricostituitasi piu’ formativamente, si esibiva nei parchi pubblici cittadini, in concerto, alternandosi con le altre bande della città: ATM, Martinitt, Presidio Ferroviario ed altre. Oggi il Corpo Musicale di Crescenzago è uno dei pochi sopravvissuti, grazie all’impegno e alla passione dei musicanti, al sostegno dei simpatizzanti, alla volontà di trasmettere a tutti i nobili piaceri della musica e dello stare insieme!

 

 

S. CECILIA

L’è la festa de santa Cecilia,
ghe se sent quasi come in famiglia:
tutti inturna a una bela taulada
se pregusta una vera mangiada.
Fa nagott se sem chi dai cines
perché in fond tut el mund l’è paes.
L’è tutt l’an che se va a sunà in piasa,
nei riunì, in di gees, per la masa.
quasi semper se va per la gloria,
certi pès se san quasi a memoria.
questa sì che l’è vera passiun
‘chè ala fin ghe guadagna nisun.
ghe de dì che i pusè sacrificà
inn i donn che stan semper in cà,
ma stavolta vori dit, cara mia,
sem chi tucc a mangià in compagnia.
Sonador, diretor e president,
devi dì che l’è propri un bel moment.
Podaria andà avanti a parlà,
ma la gent l’è chi per festegià
e per ciò, con licenza poetica
il “bandito” augura a tutti
Buon Appetito!

M. Martin, primo clarino

In occasione del pranzo di Santa Cecilia 2012.

 

 

VIVA LA BANDA DE CRESCENZAGH!

 El “Còrp Musicál de Crescenzágh”
L’è nassuu in del millavòttcéntnovantaquatter
E de allóra la “bánda”
L’è passàda a la stòria
Con grán Maèster sonadór
E cont di ecelént Maèster direttór.
A l’occorénza, cont la sôa divìsa,
Sémper impettìda e sguárd marziál,
Comandaa del Direttór…
Dàven vós a tutt i sò strumént
A i fèst de piàzza, de legrìa e… funeràl
Per i sò gént de ogni rango e stagión.
Poeu Crescenzágh el se fa Milan
E “Lór” hinn a stà sémper prónt
A tegnì de cùunt i tradizión
Col mestee, coltùra e devozión.
Anmò adèss fann… “frìspóll e lughèr”
Ma giren a stondèra in su ‘na piòda,
Perchè “per scarògna” vann de mòda
I concèrt de tanti… “s’ceppacazzuu”!
La “bánda”, anzi “i bánd”
Di milanés e d’intórna
Hinn andree a soffrì per la mancánza
De riverénza… e de conquìbus,
Ma se po’ nò e nò… scancellà
Di “gloriós istituzión”
Che a nùn gh’hann fa sémper
Vegnì su… la pèll de cappón!

Nico Samele, poeta dialettale

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>